lunedì 23 gennaio 2012

Installazione di Finale 2012 su sistemi Windows

Buongiorno a tutti.

Inauguriamo queste piccole lezioni su Makemusic Finale partendo, come di norma si fa nei manuali software, dalla prima operazione da fare in assoluto: l'installazione.

Oggi parleremo dell'installazione di Finale 2012 su piattaforma Windows; essa non differisce dalle normali installazioni dei software più comuni, e come vedremo si completa in pochi passaggi.

Andiamo dunque ad iniziare.

  1. Inserite nel drive del vostro PC il DVD di installazione che avete trovato nella confezione, poi fate clic su "InstallFinale.exe". In alternativa, se avete acquistato il programma via download diretto dal sito di Makemusic, fate doppio clic sul file che avete scaricato.


  2. Comparirà la finestra denominata "Finale 2012 Setup". Il primo passaggio introduce il Setup Wizard, e raccomanda di chiudere tutte le eventuali altre applicazioni aperte, così da consentire all'installer di aggiornare eventuali files di sistema rilevanti senza dover riavviare il PC. Per proseguire cliccate su "Next" in basso al centro.
  3. Nella finestra successiva dovrete accettare i termini della licenza, cliccando sul checkbox in basso. L'accettazione di tali termini è obbligatoria, altrimenti non vi sarà consentito di installare il software. Per proseguire cliccate ancora su "Next".
  4. La finestra successiva, come in tutti i programmi, vi chiede di scegliere la posizione di installazione di Finale. Se non avete motivi particolari per cambiarla, vi consiglio di mantenere la soluzione proposta automaticamente dall'installer, ossia il percorso C:\Program Files (x86)\Finale 2012.
    Attenzione! Se volete installare il programma completo con tutte le sue librerie di campioni (alle quali dedicheremo un'apposita lezione), avrete bisogno di circa 4 GB liberi sul vostro hard disk. L'installer, comunque, effettua un controllo dello spazio libero e vi avverte nel caso questo sia insufficiente.
    Clicchiamo su "Next" e proseguiamo.
  5. Nella prossima schermata dovremo scegliere i componenti da installare. Come sempre, è possibile - per risparmiare spazio sul disco o per altri motivi personali - rinunciare all'installazione di alcune parti non essenziali del software.
    Nel nostro caso, vi consiglio di mantenere la spunta su tutte le caselle, a meno che non preferiate utilizzare per il playback altri banchi esterni di suoni, rinunciando alle librerie Garritan. In questo caso specifico potete togliere la spunta all'ultima casella (Garritan Instruments), risparmiando peraltro un bel po' di spazio. In chiusura clicchiamo su "Next" e proseguiamo.


  6. A seguire, dovremo scegliere la cartella del menù Start in cui saranno creati i collegamenti (icone scorciatoia) principali di Finale. Possiamo mantenere le indicazioni già impostate e, finalmente, cliccare sul pulsante "Install".
  7. Ora si avvia l'installazione effettiva del programma; ci vorranno alcuni minuti (a seconda della velocità del vostro processore), quindi andate pure a prepararvi un buon caffè, e al vostro ritorno la prima parte della procedura dovrebbe essere completa.
  8. Una volta terminata questa prima fase, dovete ora installare il player per la lettura dei campioni "Garritan ARIA Player" (per maggiori informazioni su questo device potete leggere questo articolo).
    L'installazione del suddetto player è molto semplice e segue più o meno tutti i passaggi che avete già fatto sino ad ora per installare Finale (scelta della posizione sul disco, selezione dei componenti da installare, installazione vera e propria). Consiglio (in particolare ai meno esperti) di non modificare nulla e di cliccare via via sui vari pulsanti "Next" e "Install" fino al completamento della procedura.
  9. Verranno ora installati il software di gestione dei plug-ins denominato "Garritan ARIA Engine", i singoli componenti da noi selezionati in precedenza e i Garritan Instruments veri e propri.
    Nota bene: l'installazione di tutti gli elementi Garritan è piuttosto macchinosa; il neofita potrebbe avere l'impressione di ripetere più volte gli stessi passaggi. Questo perché ogni componente dispone di un proprio installer e sostanzialmente ogni installer prevede alcune schermate standard come quelle da noi finora analizzate. Anche in questo caso, consiglio agli utenti meno esperti (e in particolare ai meno pratici con programmi di sequencing, sampling e audio editing) di "acconsentire" docilmente a tutte le richieste di ogni installer, cliccando sempre sui vari pulsanti "Next" e "Install" a mano a mano che questi vi si presentano.
  10. Dopo l'installazione dei Garritan Instruments (piuttosto lunga, considerata la quantità e la mole dei campioni forniti in dotazione), arriviamo finalmente alla conclusione della procedura generale, tramite una finestra che ci chiede di completare il processo tramite la semplice pressione del tasto "Finish".

  11. È fatta. se non ci sono stati problemi di sorta o errori procedurali, Makemusic Finale è stato correttamente installato nel nostro sistema.
    È importante ricordare che dopo l'installazione il programma deve essere regolarmente registrato e autorizzato, altrimenti funzionerà in versione demo solo per 30 giorni.
    Al primo avvio, infatti, Finale vi chiederà di inserire il serial number che vi è stato fornito all'atto dell'acquisto. L'inserimento del serial number  genererà un nuovo codice che dovrà essere trasmesso a Makemusic per ottenere l'ultima parte del numero di serie e, con esso, la regolare e definitiva autorizzazione del prodotto.
Arrivederci al prossimo appuntamento, nel quale tratteremo l'installazione sui sistemi MacOS.




Nota. Tutti i post di questo blog vengono pubblicati in contemporanea anche nel portale MusicOff, la grande comunità italiana di musicisti con più di 25.000 iscritti.
È possibile seguire il corso anche su quelle pagine e partecipare alle relative discussioni del forum.

5 commenti:

  1. Grazie per aver avuto l'ottima idea di aprire questo blog. Sono utente di Finale dal 2000 e sono aggornato fino alla versione 2010. Per il playback e per la produzione di mie composizioni ho implementato anche la EWQL Symphonic orchestra con play a 64 bit (come S.O. uso W7 a 64 bit). Trovo che finchè Fianle carica gli strumenti VST nella cartella x86 ( 32 bit), ci sia possibilità di utilizzare a pieno le potenzialità a 64 bit. Per GFinale 2012 la questione rimane invariata?
    Grazie
    G. Lovisa

    RispondiElimina
  2. errata corrige:non ci sia la possibilità di utilizzare......

    RispondiElimina
  3. Caro Lovisa, purtroppo anche Finale 2012, benché compatibile con le architetture a 64 bit, nasce come applicazione a 32 bit. Questo ha fatto infuriare parecchio molti utenti, che attendevano con la nuova versione soprattutto questo miglioramento... Sicuramente, stando a quanto si legge sul blog di Makemusic, con la prossima versione ci sarà il fatidico passaggio.

    RispondiElimina
  4. Era come temevo, volevo solo una conferma da uno più esperto di me, vorrà dire che attenderò ancora l'aggiornamento alla prx versione, giacchè trovo inutile faelo nella condizione attuale. Nel frattempo seguirò il tuo blog che prefiguro molto interessante, anche per uno che usa Finale da 12 anni come lo scrivente. Se avrò consigli o dubbi non mancherò di intervenire. Grazie e buon lavoro.
    G. Lovisa

    RispondiElimina